Hegel, Heidegger e la questione della Romanitas