Partendo dalla ricognizione delle occorrenze dei termini "Europa" e "Occidente" in alcuni dei saggi di Auerbach, se ne ricostruisce l'evoluzione, dall'accezione selettiva e cristiano-centrica di "Mimesis", che l'autore definisce "retrospettiva" (in quanto basata sulla storia passata) e "progressista" (perchè tesa al superamento delle divisioni nazionalistiche), a quella più ampia ed inclusiva di "Filologia della letteratura mondiale", che avrebbe invece carattere "prospettivo" (in quanto determinata da uno sguardo sul futuro) e "nobilmente reazionario", perchè avvertita dei rischi di omologazione culturale connessi alla globalizzazione incipiente.

Auerbach, l'Occidente e le radici dell'Europa

MOTTA, ATTILIO
2009

Abstract

Partendo dalla ricognizione delle occorrenze dei termini "Europa" e "Occidente" in alcuni dei saggi di Auerbach, se ne ricostruisce l'evoluzione, dall'accezione selettiva e cristiano-centrica di "Mimesis", che l'autore definisce "retrospettiva" (in quanto basata sulla storia passata) e "progressista" (perchè tesa al superamento delle divisioni nazionalistiche), a quella più ampia ed inclusiva di "Filologia della letteratura mondiale", che avrebbe invece carattere "prospettivo" (in quanto determinata da uno sguardo sul futuro) e "nobilmente reazionario", perchè avvertita dei rischi di omologazione culturale connessi alla globalizzazione incipiente.
2009
Mimesis. L'eredità  di Auerbach. Atti del XXXV Convegno Interuniversitario
9788860580245
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/164329
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact