Nel 1994 il Centro di Ecologia Alpina ha iniziato uno studio riguardante gli humus forestali del Trentino. Nel 1995 sono state campionate le faggete e le abieti-faggete più rappresentative. Trentasei siti che comprendono faggete e abieti-faggete sub-montane termofile, mesofile e acidofile, sono stati oggetto di studio. La ricerca è stata effettuata sui gruppi derivanti dall’analisi statistica dei rilievi floristici permettendo, in tal modo, di ottenere delle relazioni tra vegetazione, suolo e forme di humus. Dallo studio è risultato che la natura del substrato è importante sia nella pedogenesi che nel processo di umificazione. All’interno dei 36, 9 siti sono stati scelti per approfondire lo studio relativo al turnover della sostanza organica ed umica. Dagli orizzonti A sono state estratte le sostanze umiche di cui ne è stata valutata l’attività biologica. Tenendo in considerazione le differenze tra i parametri organici considerati, la novità di questo studio riguarda la diversa attività ormono-simile della matrice umica che è risultata essere di tipo gibberellinico (AG) nelle faggete e auxinico (AIA) nelle abieti-faggete. La diversa attività biologica delle sostanze umiche è stata successivamente saggiata in plantule di abete rosso (Picea abies) valutando l’attività di enzimi come l’invertasi e la perossidasi, enzimi specifici per le gibberelline e per le auxine rispettivamente.

Humus forestali e attività  biologica di sostanze umiche provenienti da suoli sotto faggete e abieti-faggete del Trentino

NARDI, SERENELLA;PIZZEGHELLO, DIEGO;ZANELLA, AUGUSTO;
1998

Abstract

Nel 1994 il Centro di Ecologia Alpina ha iniziato uno studio riguardante gli humus forestali del Trentino. Nel 1995 sono state campionate le faggete e le abieti-faggete più rappresentative. Trentasei siti che comprendono faggete e abieti-faggete sub-montane termofile, mesofile e acidofile, sono stati oggetto di studio. La ricerca è stata effettuata sui gruppi derivanti dall’analisi statistica dei rilievi floristici permettendo, in tal modo, di ottenere delle relazioni tra vegetazione, suolo e forme di humus. Dallo studio è risultato che la natura del substrato è importante sia nella pedogenesi che nel processo di umificazione. All’interno dei 36, 9 siti sono stati scelti per approfondire lo studio relativo al turnover della sostanza organica ed umica. Dagli orizzonti A sono state estratte le sostanze umiche di cui ne è stata valutata l’attività biologica. Tenendo in considerazione le differenze tra i parametri organici considerati, la novità di questo studio riguarda la diversa attività ormono-simile della matrice umica che è risultata essere di tipo gibberellinico (AG) nelle faggete e auxinico (AIA) nelle abieti-faggete. La diversa attività biologica delle sostanze umiche è stata successivamente saggiata in plantule di abete rosso (Picea abies) valutando l’attività di enzimi come l’invertasi e la perossidasi, enzimi specifici per le gibberelline e per le auxine rispettivamente.
Corso di Cultura di Ecologia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/174025
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact