Questo articolo studia la marcazione diafasica e diastratica nei principali vocabolari bilingui italiano-spagnolo pubblicati fra il 1990 e il 2004. Dal punto di vista della macrostruttura, tutti i vocabolari analizzati presentano disparità nel tipo e nella varietà delle marche utilizzate in ciascuna delle due parti del dizionario: per esempio la marca “scherz.” del lemmario italiano non ha un corrispettivo in spagnolo e, viceversa, le marche “iron.” o “pop.” del lemmario spagnolo non corrispondono a nessuna marca nella parte italiana, dato che certamente bisogna interpretare come riflesso inequivocabile della diversa tradizione monolingue da cui deriva ognuna delle due parti del dizionario bilingue. Inoltre, tranne nel dizionario Paravia di Calvo Rigual, nessun dizionario spiega nei paratesti cosa intende per “popolare”, “familiare”, “familiar”, “vulgar” o “volgare”, ovvero a quale tipo di variazione (diafasica, diastatica, diatopica) risponde la marca. Entrambe caratteristiche portano a una mancata bidirezionalità: spesso forme marcate equivalgono a forme non marcate, oppure si stabiliscono equivalenze fra lemmi con marche di diversa natura variazionale.

Las marcas de uso en los modernos diccionarios bilingües español-italiano

CASTILLO PENA, CARMEN
2007

Abstract

Questo articolo studia la marcazione diafasica e diastratica nei principali vocabolari bilingui italiano-spagnolo pubblicati fra il 1990 e il 2004. Dal punto di vista della macrostruttura, tutti i vocabolari analizzati presentano disparità nel tipo e nella varietà delle marche utilizzate in ciascuna delle due parti del dizionario: per esempio la marca “scherz.” del lemmario italiano non ha un corrispettivo in spagnolo e, viceversa, le marche “iron.” o “pop.” del lemmario spagnolo non corrispondono a nessuna marca nella parte italiana, dato che certamente bisogna interpretare come riflesso inequivocabile della diversa tradizione monolingue da cui deriva ognuna delle due parti del dizionario bilingue. Inoltre, tranne nel dizionario Paravia di Calvo Rigual, nessun dizionario spiega nei paratesti cosa intende per “popolare”, “familiare”, “familiar”, “vulgar” o “volgare”, ovvero a quale tipo di variazione (diafasica, diastatica, diatopica) risponde la marca. Entrambe caratteristiche portano a una mancata bidirezionalità: spesso forme marcate equivalgono a forme non marcate, oppure si stabiliscono equivalenze fra lemmi con marche di diversa natura variazionale.
Perfiles para la historia y crítica de la lexicografía bilingüe del español
9788876990755
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PerfilesOpenAccess.pdf

accesso aperto

Tipologia: Published (publisher's version)
Licenza: Accesso gratuito
Dimensione 3.6 MB
Formato Adobe PDF
3.6 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/1777804
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact