LA PREVENZIONE DELLA CARIE INTERPROSSIMALE. NOTE PRELIMINARI