Alcune osservazioni sulla morfologia verbale