La tecnica dell'autocaratterizzazione, nata nell'ambito della Psicologia dei costrutti personali di G.A. Kelly, è analizzata nelle sue fondazioni epistemologiche e teoriche e riproposta con nuove indicazioni di lettura. Il contributo si inserisce in un filone della psicologia clinica che intende valorizzare la ricerca del significato attraverso una comprensione "transitiva" della persona. Il concetto di diagnosi si allontana dal modello medico per essere rincondotto a una matrice ermeneutica coerente con i presupposti teorici del costruttivismo.

L'autocaratterizzazione: uno strumento per la voce dell'altro

ARMEZZANI, MARIA
2010

Abstract

La tecnica dell'autocaratterizzazione, nata nell'ambito della Psicologia dei costrutti personali di G.A. Kelly, è analizzata nelle sue fondazioni epistemologiche e teoriche e riproposta con nuove indicazioni di lettura. Il contributo si inserisce in un filone della psicologia clinica che intende valorizzare la ricerca del significato attraverso una comprensione "transitiva" della persona. Il concetto di diagnosi si allontana dal modello medico per essere rincondotto a una matrice ermeneutica coerente con i presupposti teorici del costruttivismo.
Costruttivismi in Psicologia Clinica. Teorie, metodi, ricerche
9788860082961
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/2421976
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact