L’asma e la broncopneumopatia cronico-ostruttiva (BPCO) sono malattie largamente rappresentate nella popolazione mentre limitate sono le conoscenze sulle loro dimensioni epidemiologiche derivanti principalmente dai dati di mortalità o da indagini campionarie. Utilizzando il Sistema Epidemiologico Integrato (SEI) attivato da alcuni anni presso l’ULSS 12 Veneziana (popolazione assistiti 304.000-anno 2003), sono stati stimati parametri di prevalenza per alcune delle maggiori entità nosologiche respiratorie: asma nella fascia di età 0-34, BPCO nella fascia di età 35+ e una nuova categoria diagnostica che abbiamo denominato Malattia Polmonare Cronica Ostruttiva (MPCO) per il periodo 2002-2004. Sono stati utilizzati gli algoritmi elaborati dal gruppo di lavoro AIE-SISMEC “Utilizzo epidemiologico di archivi sanitari elettronici di popolazione”. - Stime patologie di popolazione basati sull’uso integrato di fonti sanitarie informatizzate. I casi sono stati identificati per mezzo di informazioni provenienti dall’archivio dei ricoveri ospedalieri (SDO), l’archivio delle prescrizioni farmaceutiche (PF), il registro delle esenzioni ticket (ET) e le cause di morte (CM). Sono stati definiti come casi prevalenti i soggetti presenti almeno una volta nell’anno di stima in almeno uno dei quattro archivi sanitari utilizzati. Sono stati calcolati tassi grezzi (TG) e standardizzati (TS) (popolazione italiana al censimento 2001), tassi specifici per sesso e classi di età ed indicatori di qualità per valutare la validità e la confrontabilità delle stime tra i centri. I tassi di prevalenza standardizzati per l’anno 2003 sono risultati 6.37%, 1,60% e 6.02% rispettivamente per asma, BPCO e MPCO con valori tendenzialmente più elevati nella popolazione maschile in particolare per la BPCO (rapporto uomini/ donne: 1.93). I risultati confermano la possibilità di stimare la frequenza di alcune patologie respiratorie in modo comparabile. L’utilizzo congiunto di diverse fonti di dati correnti può rappresentare un interessante metodo per meglio stimare l’impatto complessivo di queste patologie largamente diffuse e caratterizzate da diversi gradi di severità. tract Form (2000 caratteri spazi inclusi)

Stime delle malattie respiratorie utilizzando archivi elettronici sanitari nella popolazione veneziana.

SIMONATO, LORENZO;CANOVA, CRISTINA;BALDO, VINCENZO;BALDOVIN, TATJANA;TRIVELLO, RENZO
2008

Abstract

L’asma e la broncopneumopatia cronico-ostruttiva (BPCO) sono malattie largamente rappresentate nella popolazione mentre limitate sono le conoscenze sulle loro dimensioni epidemiologiche derivanti principalmente dai dati di mortalità o da indagini campionarie. Utilizzando il Sistema Epidemiologico Integrato (SEI) attivato da alcuni anni presso l’ULSS 12 Veneziana (popolazione assistiti 304.000-anno 2003), sono stati stimati parametri di prevalenza per alcune delle maggiori entità nosologiche respiratorie: asma nella fascia di età 0-34, BPCO nella fascia di età 35+ e una nuova categoria diagnostica che abbiamo denominato Malattia Polmonare Cronica Ostruttiva (MPCO) per il periodo 2002-2004. Sono stati utilizzati gli algoritmi elaborati dal gruppo di lavoro AIE-SISMEC “Utilizzo epidemiologico di archivi sanitari elettronici di popolazione”. - Stime patologie di popolazione basati sull’uso integrato di fonti sanitarie informatizzate. I casi sono stati identificati per mezzo di informazioni provenienti dall’archivio dei ricoveri ospedalieri (SDO), l’archivio delle prescrizioni farmaceutiche (PF), il registro delle esenzioni ticket (ET) e le cause di morte (CM). Sono stati definiti come casi prevalenti i soggetti presenti almeno una volta nell’anno di stima in almeno uno dei quattro archivi sanitari utilizzati. Sono stati calcolati tassi grezzi (TG) e standardizzati (TS) (popolazione italiana al censimento 2001), tassi specifici per sesso e classi di età ed indicatori di qualità per valutare la validità e la confrontabilità delle stime tra i centri. I tassi di prevalenza standardizzati per l’anno 2003 sono risultati 6.37%, 1,60% e 6.02% rispettivamente per asma, BPCO e MPCO con valori tendenzialmente più elevati nella popolazione maschile in particolare per la BPCO (rapporto uomini/ donne: 1.93). I risultati confermano la possibilità di stimare la frequenza di alcune patologie respiratorie in modo comparabile. L’utilizzo congiunto di diverse fonti di dati correnti può rappresentare un interessante metodo per meglio stimare l’impatto complessivo di queste patologie largamente diffuse e caratterizzate da diversi gradi di severità. tract Form (2000 caratteri spazi inclusi)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2450108
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact