Nel corso degli anni la ricerca in campo trasportistico ha rivolto particolare attenzione allo sviluppo di modelli di simulazione e previsione della domanda di spostamenti di tipo disaggregato, finalizzati alla riproduzione dei comportamenti di scelta (modelli comportamentali). È opinione ormai diffusa che per ottenere da un modello previsioni attendibili degli effetti di cambiamenti apportati al sistema dei trasporti esso debba essere causale, ovvero in grado di descrivere il legame tra variabili esplicative da un lato (attributi del sistema dei trasporti e del sistema delle attività, caratteristiche socio-economiche del soggetto) e decisioni dell’individuo dall’altro. Nel presente lavoro viene proposto un modello di scelta parzialmente non compensativo, basato sull’ipotesi di sequenzialità nella valutazione degli attributi e sull’esistenza di soglie di discriminazione dei valori degli stessi. In particolare, nella prima parte si propone una breve rivisitazione di due modelli ad eliminazione sequenziale, che peraltro hanno costituito il fondamento teorico e metodologico per la formulazione del modello proposto; la seconda parte è dedicata alla presentazione dello sviluppo logico del modello e la terza alla sua formulazione analitica. La nota si conclude con la presentazione degli sviluppi futuri della ricerca.

Un modello di scelta parzialmente non compensativo sequenziale basato su soglie di discriminazione degli attributi

GASTALDI, MASSIMILIANO;ROSSI, RICCARDO;VESCOVI, ROMEO
2006

Abstract

Nel corso degli anni la ricerca in campo trasportistico ha rivolto particolare attenzione allo sviluppo di modelli di simulazione e previsione della domanda di spostamenti di tipo disaggregato, finalizzati alla riproduzione dei comportamenti di scelta (modelli comportamentali). È opinione ormai diffusa che per ottenere da un modello previsioni attendibili degli effetti di cambiamenti apportati al sistema dei trasporti esso debba essere causale, ovvero in grado di descrivere il legame tra variabili esplicative da un lato (attributi del sistema dei trasporti e del sistema delle attività, caratteristiche socio-economiche del soggetto) e decisioni dell’individuo dall’altro. Nel presente lavoro viene proposto un modello di scelta parzialmente non compensativo, basato sull’ipotesi di sequenzialità nella valutazione degli attributi e sull’esistenza di soglie di discriminazione dei valori degli stessi. In particolare, nella prima parte si propone una breve rivisitazione di due modelli ad eliminazione sequenziale, che peraltro hanno costituito il fondamento teorico e metodologico per la formulazione del modello proposto; la seconda parte è dedicata alla presentazione dello sviluppo logico del modello e la terza alla sua formulazione analitica. La nota si conclude con la presentazione degli sviluppi futuri della ricerca.
Limiti e prospettive di sviluppo del trasporto ferroviario delle merci
9788846478849
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2451194
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact