Vengono dapprima analizzati edifici e spazi pubblici in città, premessa utile in quanto illumina da un lato la dimensione dei cambiamenti strutturali, misura dall’altro la capacità di iniziativa da parte dell’autorità nella gestione dei cambiamenti. Si discute poi dei castelli come centri fiscali (e di beni pubblici?) e sedi di élites e dell’insediamento di alloctoni nelle campagne, in relazione al problema della tertia.

Dati archeologici e beni fiscali nell'Italia goto-longobarda

BROGIOLO, GIAN PIETRO
2011

Abstract

Vengono dapprima analizzati edifici e spazi pubblici in città, premessa utile in quanto illumina da un lato la dimensione dei cambiamenti strutturali, misura dall’altro la capacità di iniziativa da parte dell’autorità nella gestione dei cambiamenti. Si discute poi dei castelli come centri fiscali (e di beni pubblici?) e sedi di élites e dell’insediamento di alloctoni nelle campagne, in relazione al problema della tertia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2478562
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact