Prognosi del danno cerebrale acuto: vantaggi e limiti della valutazione clinica e delle indagini strumentali non neurofisiologiche