Come si evince dall’opera lulliana, la costruzione di una griglia di concetti formali, possibile solo con l’utilizzo di una matematica combinatoria, mira ad un esito costante ed universale: l’organizzazione di un sistema enciclopedico e classificatorio che sia in grado di rappresentare completamente le cose, cioè di essere lo specchio del reale. Prima della rivoluzione scientifica propriamente moderna, si manifesta così in età tardomedioevale una topica razionalistica, fondata sul pregiudizio assiomatico per il quale le premesse del discorso possono essere ricondotte a schemi definiti ed immodificabili e debbono essere utilizzate come ipotesi dalle quali dedurre conclusioni ad esse coerenti. Su questo fondamento teorico, Lullo precorre il giurista informatico dell’età contemporanea, elaborando le basi dell’attuale ricerca elettronica della documentazione giuridica. Certamente oltre l’intenzione del suo ideatore, l’ars combinatoria arriva a realizzare l’ambizione scientifica di meccanizzare la ricerca di concetti formali, che sono combinati tra loro in uno schema di riferimento costante, manifestando il proprio esito applicativo nell’informatica giuridica documentaria che, ancor oggi, resta una tecnica automatica di reperimento delle fonti dell’argomentazione giudiziale.

Lullo giurista informatico. Dall’ars combinatoria all’informatica giuridica

MORO, PAOLO
2004

Abstract

Come si evince dall’opera lulliana, la costruzione di una griglia di concetti formali, possibile solo con l’utilizzo di una matematica combinatoria, mira ad un esito costante ed universale: l’organizzazione di un sistema enciclopedico e classificatorio che sia in grado di rappresentare completamente le cose, cioè di essere lo specchio del reale. Prima della rivoluzione scientifica propriamente moderna, si manifesta così in età tardomedioevale una topica razionalistica, fondata sul pregiudizio assiomatico per il quale le premesse del discorso possono essere ricondotte a schemi definiti ed immodificabili e debbono essere utilizzate come ipotesi dalle quali dedurre conclusioni ad esse coerenti. Su questo fondamento teorico, Lullo precorre il giurista informatico dell’età contemporanea, elaborando le basi dell’attuale ricerca elettronica della documentazione giuridica. Certamente oltre l’intenzione del suo ideatore, l’ars combinatoria arriva a realizzare l’ambizione scientifica di meccanizzare la ricerca di concetti formali, che sono combinati tra loro in uno schema di riferimento costante, manifestando il proprio esito applicativo nell’informatica giuridica documentaria che, ancor oggi, resta una tecnica automatica di reperimento delle fonti dell’argomentazione giudiziale.
La retorica fra scienza e professione legale. Questioni di metodo
9788814115370
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2490689
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact