Il saggio interviene su uno snodo assai problematico del sistema delsartiano: ha Delsarte concepito una "ginnastica" preparatoria per l'attore tale da condurlo ad acquisire una volta per tutte una "seconda natura", assai più prossima a quella archetipica primigenia? La risposta, fondata su fonti numerose, è dubbia. Ma ciò che risulta tale in riferimento a Delsarte, sembra più sicuro per il metodo praticato dall'ultimo dei suoi grandi allievi: Steele Mackaye.

Il gesto come espressione dell’anima: uno snodo centrale del pensiero delsartiano

RANDI, ELENA
2013

Abstract

Il saggio interviene su uno snodo assai problematico del sistema delsartiano: ha Delsarte concepito una "ginnastica" preparatoria per l'attore tale da condurlo ad acquisire una volta per tutte una "seconda natura", assai più prossima a quella archetipica primigenia? La risposta, fondata su fonti numerose, è dubbia. Ma ciò che risulta tale in riferimento a Delsarte, sembra più sicuro per il metodo praticato dall'ultimo dei suoi grandi allievi: Steele Mackaye.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2498758
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact