«..con certi accenti i più noiosi e i più strani...»: un caso di bergamasco a Venezia