Un nuovo paradigma per lo studio dei correlati elettrofisiologici dell’elaborazione temporale implicita