Stato recettoriale D2 striatale nella malattia di Parkinson: rapporto con la progressione di malattia e terapia cronica