Il saggio discute i rapporti di Pietro Bembo con le arti figurative, dalla stagione giovanile legata alla cultura delle corti e al mondo di Giovanni Bellini, di Giorgione e di Tiziano; ripercorre gli anni romani, discutendo il rapporto con Raffaello e Michelangelo nel quadro della corte di Leone X, per approdare infine agli anni del cardinalato nella Roma farnesiana.

Pietro Bembo tra cultura figurativa cortigiana e "maniera moderna"

ROMANI, VITTORIA
2013

Abstract

Il saggio discute i rapporti di Pietro Bembo con le arti figurative, dalla stagione giovanile legata alla cultura delle corti e al mondo di Giovanni Bellini, di Giorgione e di Tiziano; ripercorre gli anni romani, discutendo il rapporto con Raffaello e Michelangelo nel quadro della corte di Leone X, per approdare infine agli anni del cardinalato nella Roma farnesiana.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2552355
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact