Il dosso di Santa Giustina, a strapiombo sul lago di Loppio verso meridione, declina più dolcemente sul lato opposto, dove si notano tracce di due cinte difensive, ad una delle quali sono riferibili i resti di una torre. All’interno delle cinte, si conservano a vista numerosi lacerti murari pertinenti ad edifici, dei quali purtroppo non è possibile restituire la pianta, e alla chiesa, ad aula unica e abside semicircolare.

Castello di Santa Giustina (castrum vetus)

BROGIOLO, GIAN PIETRO
2013

Abstract

Il dosso di Santa Giustina, a strapiombo sul lago di Loppio verso meridione, declina più dolcemente sul lato opposto, dove si notano tracce di due cinte difensive, ad una delle quali sono riferibili i resti di una torre. All’interno delle cinte, si conservano a vista numerosi lacerti murari pertinenti ad edifici, dei quali purtroppo non è possibile restituire la pianta, e alla chiesa, ad aula unica e abside semicircolare.
APSAT 5. Castra, castelli e domus murate. Corpus dei siti fortificati trentini tra tardo antico e basso medioevo. Schede 2
9788887115802
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2573099
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact