Un castrum Grumi viene nominato in alcuni documenti del 1235, dove si autorizzano i due fratelli Bonifacio e Gumpo de Garduno a trasformare la guardia esistente sul dosso di Grumo in una fortificazione con cinta e case. Il sito su cui sorge il Castelletto si presenta ora come un cocuzzolo, protetto verso N da un fossato e da un muro a secco. Solo una futura indagine archeologica potrà definire con certezza un’articolazione cronologica.

La vardia dosi de Grumo de Garduno

BROGIOLO, GIAN PIETRO
2013

Abstract

Un castrum Grumi viene nominato in alcuni documenti del 1235, dove si autorizzano i due fratelli Bonifacio e Gumpo de Garduno a trasformare la guardia esistente sul dosso di Grumo in una fortificazione con cinta e case. Il sito su cui sorge il Castelletto si presenta ora come un cocuzzolo, protetto verso N da un fossato e da un muro a secco. Solo una futura indagine archeologica potrà definire con certezza un’articolazione cronologica.
APSAT 5. Castra, castelli e domus murate. Corpus dei siti fortificati trentini tra tardo antico e basso medioevo. Schede 2
9788887115802
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2573922
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact