Il saggio illustra le teorie del diritto comune in tema di rimessione del debito al fallito, prodromo delle moderne procedure di concordato preventivo e fallimentare. Previste in via di prassi e ampiamente menzionate negli statuti mercantili e cittadini, le remissioni fallimentari vengono puntualmente esaminate dai giuristi del diritto comune classico, i quali attraverso gli strumenti tecnici dell'universitas creditorum e dell'unanimitas, riescono a individuare diverse ipotesi di remissione pro bono del credito al fallito, in cambio della cessione dell'attivo rimanente. Il tutto dà occasione alla prassi assolutistica delle lettere di dilazione, che produrrà poi le moderne procedure di concordato.

Autonomia contrattuale e fallimento tra fondazioni medievali, diritto comune e codici .

VOLANTE, RAFFAELE
2010

Abstract

Il saggio illustra le teorie del diritto comune in tema di rimessione del debito al fallito, prodromo delle moderne procedure di concordato preventivo e fallimentare. Previste in via di prassi e ampiamente menzionate negli statuti mercantili e cittadini, le remissioni fallimentari vengono puntualmente esaminate dai giuristi del diritto comune classico, i quali attraverso gli strumenti tecnici dell'universitas creditorum e dell'unanimitas, riescono a individuare diverse ipotesi di remissione pro bono del credito al fallito, in cambio della cessione dell'attivo rimanente. Il tutto dà occasione alla prassi assolutistica delle lettere di dilazione, che produrrà poi le moderne procedure di concordato.
Autonomia negoziale e crisi d'impresa.
8814153469
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/3208191
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact