Long Live the Immaterial! – Corpo e arte al tempo della virtualizzazione