“Surriscaldamento ideologico”: apertura e chiusura nel mondo del XXI secolo. Riflessioni a partire da un caso norvegese