La libertà percorre le vie della ragione per entrare nell’ascolto del Principio. Essa assume la razionalità presente nel mondo come traccia che apre a nuovi percorsi di intelligenza e di comprensione. La tradizione greca propone una distinzione tra il «noeîn» e il «gignoskein». Noi possiamo trascendere la conoscenza degli enti («gignoskein») nel «noêin», ovvero nel pensare come partecipazione libera e consapevole al Principio. Nicola Cusano ha inteso la partecipazione quale libera adhaesio costitutiva dell’atto della mens. Egli indica l’«exemplar» non come un universale, ma quale «perfezione» della singolarità, cioè del «volto» di ciascuno di noi.

L’exemplar e la singolarità del volto nel De visione Dei di Nicolò Cusano

Malaguti Ilaria
2017

Abstract

La libertà percorre le vie della ragione per entrare nell’ascolto del Principio. Essa assume la razionalità presente nel mondo come traccia che apre a nuovi percorsi di intelligenza e di comprensione. La tradizione greca propone una distinzione tra il «noeîn» e il «gignoskein». Noi possiamo trascendere la conoscenza degli enti («gignoskein») nel «noêin», ovvero nel pensare come partecipazione libera e consapevole al Principio. Nicola Cusano ha inteso la partecipazione quale libera adhaesio costitutiva dell’atto della mens. Egli indica l’«exemplar» non come un universale, ma quale «perfezione» della singolarità, cioè del «volto» di ciascuno di noi.
La filosofia e la sua storia. Studi in onore di Gregorio Piai
9788867877638
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/3331698
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact