This dissertation aims to investigate and analyze how new genetic and technologic investigative tools affect the privacy of individuals. In fact, the right to privacy is in constant conflict with the demands of investigative agencies and it is difficult to find a balance. This thesis is divided in two parts. The first one defines the right to privacy in the European and national area. In this context, we consider the contribution of the EU legal Order and the European Court of Human Rights. The second part deals in detail with the science of genetics and information technology, and how they influence the search for evidence in criminal investigations. Therefore, we examine the relationship between the need for privacy and the genetic investigations, taking into account the research (including mass screening), the collection, retrieval, storage and conservation of genetic material. Finally, we analyze how the new investigation technologies may affect the privacy of the individual. In particular, we evaluate the retention of telephonic communications, VOIP conversations, and consider the topic of the inspections, computer searches and requisitions

La tesi si propone l'obiettivo di approfondire e analizzare come i nuovi mezzi investigativi gentici e informatici incidano sulla privacy dell'individuo. Il diritto alla riservatezza, infatti, si pone in costante conflitto con le esigenze degli organi investigativi ed è difficile trovare un punto di equilibrio. Il lavoro è stato strutturato in due parti. La prima definisce a livello dogmatico il diritto alla riservatezza sul piano europeo e sul piano nazionale. Si è tenuto, in questo quadro, in dovuta considerazione l'apporto offerto dalla giurisprudenza della Corte Europea dei diritti dell'Uomo. La seconda parte, poi, affronta in modo dettagliato come le scienze della genetica e dell'informatica, abbiano inciso sui mezzi di ricerca della prova nell'ambito delle indagini penali. Si è, quindi, approfondito il rapporto tra esigenze di privacy e indagini genetiche, prendendo in considerazione la ricerca (anche tramite screening di massa), il prelievo, il reperimento, l'archiviazione e la conservazione di materiale genetico. In fine, si è esaminato in che modo le nuove tecniche di investigazione informatica possano incidere sulla sfera privata del singolo: ci si è, in particolare, occupati di conservazione dei dati esterni di traffico telefonico (data retention), di comunicazioni VOIP nonché di ispezioni, perquisizioni e sequestri informatici

Diritto alla riservatezza e indagini penali. Nuove dimensioni dell'indagine genetica e informatica(2013 Jan 30).

Diritto alla riservatezza e indagini penali. Nuove dimensioni dell'indagine genetica e informatica

-
2013-01-30

Abstract

This dissertation aims to investigate and analyze how new genetic and technologic investigative tools affect the privacy of individuals. In fact, the right to privacy is in constant conflict with the demands of investigative agencies and it is difficult to find a balance. This thesis is divided in two parts. The first one defines the right to privacy in the European and national area. In this context, we consider the contribution of the EU legal Order and the European Court of Human Rights. The second part deals in detail with the science of genetics and information technology, and how they influence the search for evidence in criminal investigations. Therefore, we examine the relationship between the need for privacy and the genetic investigations, taking into account the research (including mass screening), the collection, retrieval, storage and conservation of genetic material. Finally, we analyze how the new investigation technologies may affect the privacy of the individual. In particular, we evaluate the retention of telephonic communications, VOIP conversations, and consider the topic of the inspections, computer searches and requisitions
La tesi si propone l'obiettivo di approfondire e analizzare come i nuovi mezzi investigativi gentici e informatici incidano sulla privacy dell'individuo. Il diritto alla riservatezza, infatti, si pone in costante conflitto con le esigenze degli organi investigativi ed è difficile trovare un punto di equilibrio. Il lavoro è stato strutturato in due parti. La prima definisce a livello dogmatico il diritto alla riservatezza sul piano europeo e sul piano nazionale. Si è tenuto, in questo quadro, in dovuta considerazione l'apporto offerto dalla giurisprudenza della Corte Europea dei diritti dell'Uomo. La seconda parte, poi, affronta in modo dettagliato come le scienze della genetica e dell'informatica, abbiano inciso sui mezzi di ricerca della prova nell'ambito delle indagini penali. Si è, quindi, approfondito il rapporto tra esigenze di privacy e indagini genetiche, prendendo in considerazione la ricerca (anche tramite screening di massa), il prelievo, il reperimento, l'archiviazione e la conservazione di materiale genetico. In fine, si è esaminato in che modo le nuove tecniche di investigazione informatica possano incidere sulla sfera privata del singolo: ci si è, in particolare, occupati di conservazione dei dati esterni di traffico telefonico (data retention), di comunicazioni VOIP nonché di ispezioni, perquisizioni e sequestri informatici
riservatezza, privacy, investigazioni penali, investigation, genetica, genetic, informatica giuridica, computer forensics
Diritto alla riservatezza e indagini penali. Nuove dimensioni dell'indagine genetica e informatica(2013 Jan 30).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Galluzzo_Annaleda_tesi.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Non specificato
Dimensione 925.76 kB
Formato Adobe PDF
925.76 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/3423048
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact