During rainy periods, landslides frequently hit the hilly region of the Vicenza province, involving weathered Tertiary Volcanic deposits and inducing damages to human activities. Our attention was focused on Marostica hills, that was one of the most affected area. In order to define the relationship between landslides and most important landslide conditioning factors a spatial analysis was performed. Then a geotechnical model derived from technical reports was implemented: physical parameters (particle size and Atterberg limits) of deposits involved in the mass movements were investigated to refine the model. Once established that the deposits have high and very similar strength parameters with almost the same physical characteristics, mineralogical analyses were performed in order to determine first of all which mineral phases were in the displaced materials then if they could provide further information concerning the causes inducing failures.

Durante i periodi di pioggia, le frane colpitiscono spesso la porzione collinare della provincia di Vicenza, coinvolgendo le coltri di alterazione dei depositi vulcanici Terziari, provocando danni alle attività antropiche. La nostra attenzione si è concentrata sulle colline di Marostica, che era una delle zone più colpite. Per definire la relazione tra le frane e i principali fattori che ne condizionano l’accadimento è stata eseguita una analisi spaziale. Quindi è stato definito un modello geotecnico basato sui dati derivati da relazioni tecniche inedite: al fine di affinare il modello sono stati misurati i parametri fisici (granulometrie e limiti di Atterberg) dei depositi coinvolti nei movimenti di massa. Una volta stabilito che i depositi hanno valori di resistenza alti e molto simili, con quasi le stesse caratteristiche fisiche, sono state eseguite delle analisi mineralogica per determinare innanzitutto quali fasi minerali sono presenti nei depositi e quindi se, tali indicazioni, potevano fornire ulteriori informazioni riguardanti le cause che inducono i franamenti.

Studio dei fattori geotecnici e mineralogici che inducono fenomeni di instabilità nelle coltri di alterazione dei depositi vulcanici terziari nel settore pre-alpino della Provincia di Vicenza / Busnardo, Enrico. - (2016 Jan 01).

Studio dei fattori geotecnici e mineralogici che inducono fenomeni di instabilità nelle coltri di alterazione dei depositi vulcanici terziari nel settore pre-alpino della Provincia di Vicenza

Busnardo, Enrico
2016-01-01

Abstract

During rainy periods, landslides frequently hit the hilly region of the Vicenza province, involving weathered Tertiary Volcanic deposits and inducing damages to human activities. Our attention was focused on Marostica hills, that was one of the most affected area. In order to define the relationship between landslides and most important landslide conditioning factors a spatial analysis was performed. Then a geotechnical model derived from technical reports was implemented: physical parameters (particle size and Atterberg limits) of deposits involved in the mass movements were investigated to refine the model. Once established that the deposits have high and very similar strength parameters with almost the same physical characteristics, mineralogical analyses were performed in order to determine first of all which mineral phases were in the displaced materials then if they could provide further information concerning the causes inducing failures.
Durante i periodi di pioggia, le frane colpitiscono spesso la porzione collinare della provincia di Vicenza, coinvolgendo le coltri di alterazione dei depositi vulcanici Terziari, provocando danni alle attività antropiche. La nostra attenzione si è concentrata sulle colline di Marostica, che era una delle zone più colpite. Per definire la relazione tra le frane e i principali fattori che ne condizionano l’accadimento è stata eseguita una analisi spaziale. Quindi è stato definito un modello geotecnico basato sui dati derivati da relazioni tecniche inedite: al fine di affinare il modello sono stati misurati i parametri fisici (granulometrie e limiti di Atterberg) dei depositi coinvolti nei movimenti di massa. Una volta stabilito che i depositi hanno valori di resistenza alti e molto simili, con quasi le stesse caratteristiche fisiche, sono state eseguite delle analisi mineralogica per determinare innanzitutto quali fasi minerali sono presenti nei depositi e quindi se, tali indicazioni, potevano fornire ulteriori informazioni riguardanti le cause che inducono i franamenti.
landslide, x ray diffraction, montmorillonite, clay, shallow
Studio dei fattori geotecnici e mineralogici che inducono fenomeni di instabilità nelle coltri di alterazione dei depositi vulcanici terziari nel settore pre-alpino della Provincia di Vicenza / Busnardo, Enrico. - (2016 Jan 01).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
enrico_busnardo_tesi.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Non specificato
Dimensione 7.89 MB
Formato Adobe PDF
7.89 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/3424347
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact