The great social, cultural and economic loss caused by seismic events on the cultural heritage assets have stimulated, in the last decades, studies on the risk and, in general, un the behaviour of historic structures. A great amount of data have been collected, and several databases have been developed to gather information about particular aspects of seismic risk on masonry historical heritage. The detail level of such databases is usually influenced by the required survey or intervention, with a generalised lack of boundary conditions, type of connections and constraints, parameters very important to understand the seismic behaviour of buildings. A global systematisation is required to take advantage from the considerable and precious amount of available data, linking all information on the basis of the relation between construction typologies and elements and failure mechanisms, including also survey and monitoring procedures and tools available in literature. A new web-based data warehouse has been developed to collect, systematise and analyse available data. This tool, different from all previous products, which were mere data collectors, is capable of new correlations among elements and parameters to optimise the use of the state-of-the art on the selection and development of materials and technologies for masonry building preservation. The interactive and dynamic functionalities, together with the capacity of cross-correlation of the information at different levels of knowledge and the sharing philosophy of a web-based system, make the data warehouse a powerful tool for a new innovative, integrated and knowledge based approach to the protection of cultural heritage, useful both to professionals and researchers

Le grandi perdite economiche, sociali e culturali causate dagli eventi sismici sul patrimonio storico, artistico e architettonico, hanno spinto, negli ultimi decenni, a studi sul rischio e, in generale, sul comportamento delle strutture storiche, in particolare mediante indagini in-situ. Tutto ciò ha procurato una ingente mole di dati, che ha spinto alla ideazione e alla costruzione di vari contenitori, per lo più organizzati in forma di generiche banche dati, con lo scopo di indagare i differenti aspetti legati al rischio sismico: materiali, tipologie strutturali, meccanismi di danneggiamento e collasso osservati, efficacia delle tecniche di riparazione e rinforzo, ecc.. Tali banche dati, però, sono di solito focalizzate su particolari tipologie di beni storici, con un livello di dettaglio rapportato allo scopo delle indagini. Al fine di sfruttare il potenziale offerto da questo bagaglio di conoscenza, occorre innanzitutto collegare le informazioni provenienti dalle diverse banche dati in rapporto alla relazione tra tipologie ed elementi strutturali e i meccanismi di rottura, includendo anche i metodi di valutazione e gli strumenti per le indagini e di monitoraggio in sito, già disponibili in letteratura. Sempre in letteratura sono inoltre disponibili valutazioni sulle proprietà di alcuni materiali (duttilità, capacità di dissipazione di energia, ecc..) e sulle tecniche di intervento usate fino ad oggi, ricavate principalmente da test di laboratorio. Al contrario, le condizioni al contorno, i vincoli e lo stato delle connessioni sono molto importanti per comprendere il comportamento sismico di un edificio, ma i loro effetti sono raramente riportati nelle banche dati esistenti. Da queste considerazioni è derivata la necessità di creare un nuovo sistema informatizzato, concettualmente e operativamente innovativo, che, mediante la raccolta, la riorganizzazione e l’analisi dei dati già disponibili in altre fonti in modo frammentato e non strutturato, od organizzati in relazione solo ad alcuni parametri, possa generare nuove e differenti correlazioni tra i fattori in gioco, permettendo così di ottimizzare l’uso del più aggiornato stato dell’arte per la selezione e lo sviluppo di materiali e tecnologie maggiormente appropriate alla conservazione del costruito. Le funzionalità dinamiche e interattive, unite alla capacità di correlazione delle informazioni a differenti livelli di approfondimento e alla facilità di condivisione, ne fanno uno strumento di conoscenza integrata utile sia a professionisti che a ricercatori, per un approccio completo alla protezione del patrimonio storico

Sviluppo di strumenti per la conoscenza integrata per un approccio completo alla protezione delle costruzioni storiche in muratura / Giacometti, Gianluca. - (2014 Jan 29).

Sviluppo di strumenti per la conoscenza integrata per un approccio completo alla protezione delle costruzioni storiche in muratura

Giacometti, Gianluca
2014

Abstract

Le grandi perdite economiche, sociali e culturali causate dagli eventi sismici sul patrimonio storico, artistico e architettonico, hanno spinto, negli ultimi decenni, a studi sul rischio e, in generale, sul comportamento delle strutture storiche, in particolare mediante indagini in-situ. Tutto ciò ha procurato una ingente mole di dati, che ha spinto alla ideazione e alla costruzione di vari contenitori, per lo più organizzati in forma di generiche banche dati, con lo scopo di indagare i differenti aspetti legati al rischio sismico: materiali, tipologie strutturali, meccanismi di danneggiamento e collasso osservati, efficacia delle tecniche di riparazione e rinforzo, ecc.. Tali banche dati, però, sono di solito focalizzate su particolari tipologie di beni storici, con un livello di dettaglio rapportato allo scopo delle indagini. Al fine di sfruttare il potenziale offerto da questo bagaglio di conoscenza, occorre innanzitutto collegare le informazioni provenienti dalle diverse banche dati in rapporto alla relazione tra tipologie ed elementi strutturali e i meccanismi di rottura, includendo anche i metodi di valutazione e gli strumenti per le indagini e di monitoraggio in sito, già disponibili in letteratura. Sempre in letteratura sono inoltre disponibili valutazioni sulle proprietà di alcuni materiali (duttilità, capacità di dissipazione di energia, ecc..) e sulle tecniche di intervento usate fino ad oggi, ricavate principalmente da test di laboratorio. Al contrario, le condizioni al contorno, i vincoli e lo stato delle connessioni sono molto importanti per comprendere il comportamento sismico di un edificio, ma i loro effetti sono raramente riportati nelle banche dati esistenti. Da queste considerazioni è derivata la necessità di creare un nuovo sistema informatizzato, concettualmente e operativamente innovativo, che, mediante la raccolta, la riorganizzazione e l’analisi dei dati già disponibili in altre fonti in modo frammentato e non strutturato, od organizzati in relazione solo ad alcuni parametri, possa generare nuove e differenti correlazioni tra i fattori in gioco, permettendo così di ottimizzare l’uso del più aggiornato stato dell’arte per la selezione e lo sviluppo di materiali e tecnologie maggiormente appropriate alla conservazione del costruito. Le funzionalità dinamiche e interattive, unite alla capacità di correlazione delle informazioni a differenti livelli di approfondimento e alla facilità di condivisione, ne fanno uno strumento di conoscenza integrata utile sia a professionisti che a ricercatori, per un approccio completo alla protezione del patrimonio storico
29-gen-2014
The great social, cultural and economic loss caused by seismic events on the cultural heritage assets have stimulated, in the last decades, studies on the risk and, in general, un the behaviour of historic structures. A great amount of data have been collected, and several databases have been developed to gather information about particular aspects of seismic risk on masonry historical heritage. The detail level of such databases is usually influenced by the required survey or intervention, with a generalised lack of boundary conditions, type of connections and constraints, parameters very important to understand the seismic behaviour of buildings. A global systematisation is required to take advantage from the considerable and precious amount of available data, linking all information on the basis of the relation between construction typologies and elements and failure mechanisms, including also survey and monitoring procedures and tools available in literature. A new web-based data warehouse has been developed to collect, systematise and analyse available data. This tool, different from all previous products, which were mere data collectors, is capable of new correlations among elements and parameters to optimise the use of the state-of-the art on the selection and development of materials and technologies for masonry building preservation. The interactive and dynamic functionalities, together with the capacity of cross-correlation of the information at different levels of knowledge and the sharing philosophy of a web-based system, make the data warehouse a powerful tool for a new innovative, integrated and knowledge based approach to the protection of cultural heritage, useful both to professionals and researchers
patrimonio storico consolidamento restauro interventi meccanismi datbase data warehouse historical heritage restoration failure mechanism costruzioni edificio materiali meterials construction
Sviluppo di strumenti per la conoscenza integrata per un approccio completo alla protezione delle costruzioni storiche in muratura / Giacometti, Gianluca. - (2014 Jan 29).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
gianluca_giacometti_tesi.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Non specificato
Dimensione 55.16 MB
Formato Adobe PDF
55.16 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/3424607
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact