Nel DPEF (Documento di Programmazione Economico Finanziaria, L.R. 35/2000) della Regione Veneto, la famiglia `e considerata il “nucleo fondamentale di riferimento del nostro sistema sociale poich’´e essa rappresenta il luogo di sviluppo e di crescita di tutti i suoi componenti”. Essa `e l’organizzazione sociale che per prima si occupa dei problemi delle persone. `E all’interno del nucleo familiare che si intrecciano e si organizzano i legami che costituiscono i nostri contesti di vita e dai quali si dipanano le relazioni pi`u fitte con il mondo esterno (Endrizzi, Fabbris, Martini, 2002). Il ciclo di vita di gran parte delle famiglie va dalla formazione della coppia alla nascita e alla crescita dei figli, alla loro uscita dalla famiglia e, per concludere, alla morte dei coniugi. Ogni famiglia sperimenta, inoltre, eventi critici1 che determinano necessariamente un suo cambiamento. Gli studi sociali, pur nella diversit`a degli approcci utilizzati, hanno sempre cercato di ricondurre la famiglia a modelli (pattern) che oggi non risultano esaustivi per definire un ambito in continuo divenire e sempre pi`u caratterizzato dalla individualit`a. Nell’ultimo decennio, la famiglia ha dovuto far fronte ad una crescita delle attese dei soggetti che la compongono, delle sollecitazioni derivanti dal crescente impegno lavorativo, delle esigenze di cura e di assistenza derivanti dall’invecchiamento della popolazione, delle attrazioni provenienti dalla sfera del tempo libero e 1Per evento critico si intende un accadimento di fronte al quale la famiglia trova dicolt`a a reagire e comprende che le proprie forze risultano inadeguate per arontare serenamente la nuova situazione. 4 INDICE del consumo, delle situazioni di crisi soprattutto presenti nell’et`a giovanile e nelle circostanze di disgregazione dell’unit`a familiare e delle dicolt`a economiche. Per studiare questi fenomeni, la Regione del Veneto, attraverso la gestione dell’Azienda ULSS 16 di Padova e il Centro Regionale di Documentazione ed Analisi sulla Famiglia2, ha voluto promuovere la realizzazione della presente ricerca, commissionata al Dipartimento di Scienze Statistiche dell’Universit`a di Padova, con la finalit`a di tracciare un quadro sulla situazione delle famiglie venete. La ricerca si svolge attorno ad un progetto multidisciplinare riguardante approcci concorrenti per lo studio del disagio della famiglia veneta e la possibilit`a di prevenirlo e di alleviarne le conseguenze quando si manifesta. Si intendono evidenziare le caratteristiche delle famiglie dal punto di vista demografico, socio-economico, pedagogico, urbanistico-ambientale, mettendo in luce le necessit`a delle stesse e monitorando gli eventuali cambiamenti della qualit`a della vita, per consentire agli organi competenti di progettare politiche ed interventi funzionali e formativi. Quest’analisi costituir`a per la Giunta Regionale un valido strumento di studio in grado di fornire indicazioni utili alla programmazione di interventi mirati, atti non solo a sostenere le famiglie in dicolt`a ma anche a prevenire le situazioni pi`u frequenti di disagio in un’ottica di promozione di una cultura centrata sulla famiglia. 2Il Centro Regionale di Documentazione e Analisi sulla Famiglia `e stato fondato come luogo di analisi della famiglia veneta, di studio delle politiche a favore della stessa, di promozione della ricerca e dell’alta formazione sui temi della prevenzione e della mitigazione del disagio, di proposte progettuali, di sostegno e miglioramento delle competenze e delle conoscenze dei soggetti che, a vario titolo, si occupano di famiglia. Fra le altre attivit`a, il Centro prevede di costruire anche un servizio di “informa-famiglia”, la cui realizzazione, che avviene collegando al Centro una serie di sportelli gi`a presenti o attivandoli laddove assenti, `e molto utile in quanto punto di raccolta per lo scambio bidirezionale di informazioni tra realt`a familiari venete e Centro di Documentazione. Tale diusione avviene anche attraverso la realizzazione di convegni e la pubblicazione di riviste volte sia agli operatori dei diversi servizi pubblici, sia alle famiglie della regione. Ci`o pu`o consentire di conoscere e capire, collegandoli tra loro, la maggior parte dei fenomeni e dei problemi sociali in maniera pi`u propria di quanto non accada prendendoli in considerazione singolarmente.

Il rischio di disagio nelle famiglie venete / Poffe, Sara. - (2006 Dec 12).

Il rischio di disagio nelle famiglie venete

Poffe, Sara
2006

Abstract

Nel DPEF (Documento di Programmazione Economico Finanziaria, L.R. 35/2000) della Regione Veneto, la famiglia `e considerata il “nucleo fondamentale di riferimento del nostro sistema sociale poich’´e essa rappresenta il luogo di sviluppo e di crescita di tutti i suoi componenti”. Essa `e l’organizzazione sociale che per prima si occupa dei problemi delle persone. `E all’interno del nucleo familiare che si intrecciano e si organizzano i legami che costituiscono i nostri contesti di vita e dai quali si dipanano le relazioni pi`u fitte con il mondo esterno (Endrizzi, Fabbris, Martini, 2002). Il ciclo di vita di gran parte delle famiglie va dalla formazione della coppia alla nascita e alla crescita dei figli, alla loro uscita dalla famiglia e, per concludere, alla morte dei coniugi. Ogni famiglia sperimenta, inoltre, eventi critici1 che determinano necessariamente un suo cambiamento. Gli studi sociali, pur nella diversit`a degli approcci utilizzati, hanno sempre cercato di ricondurre la famiglia a modelli (pattern) che oggi non risultano esaustivi per definire un ambito in continuo divenire e sempre pi`u caratterizzato dalla individualit`a. Nell’ultimo decennio, la famiglia ha dovuto far fronte ad una crescita delle attese dei soggetti che la compongono, delle sollecitazioni derivanti dal crescente impegno lavorativo, delle esigenze di cura e di assistenza derivanti dall’invecchiamento della popolazione, delle attrazioni provenienti dalla sfera del tempo libero e 1Per evento critico si intende un accadimento di fronte al quale la famiglia trova dicolt`a a reagire e comprende che le proprie forze risultano inadeguate per arontare serenamente la nuova situazione. 4 INDICE del consumo, delle situazioni di crisi soprattutto presenti nell’et`a giovanile e nelle circostanze di disgregazione dell’unit`a familiare e delle dicolt`a economiche. Per studiare questi fenomeni, la Regione del Veneto, attraverso la gestione dell’Azienda ULSS 16 di Padova e il Centro Regionale di Documentazione ed Analisi sulla Famiglia2, ha voluto promuovere la realizzazione della presente ricerca, commissionata al Dipartimento di Scienze Statistiche dell’Universit`a di Padova, con la finalit`a di tracciare un quadro sulla situazione delle famiglie venete. La ricerca si svolge attorno ad un progetto multidisciplinare riguardante approcci concorrenti per lo studio del disagio della famiglia veneta e la possibilit`a di prevenirlo e di alleviarne le conseguenze quando si manifesta. Si intendono evidenziare le caratteristiche delle famiglie dal punto di vista demografico, socio-economico, pedagogico, urbanistico-ambientale, mettendo in luce le necessit`a delle stesse e monitorando gli eventuali cambiamenti della qualit`a della vita, per consentire agli organi competenti di progettare politiche ed interventi funzionali e formativi. Quest’analisi costituir`a per la Giunta Regionale un valido strumento di studio in grado di fornire indicazioni utili alla programmazione di interventi mirati, atti non solo a sostenere le famiglie in dicolt`a ma anche a prevenire le situazioni pi`u frequenti di disagio in un’ottica di promozione di una cultura centrata sulla famiglia. 2Il Centro Regionale di Documentazione e Analisi sulla Famiglia `e stato fondato come luogo di analisi della famiglia veneta, di studio delle politiche a favore della stessa, di promozione della ricerca e dell’alta formazione sui temi della prevenzione e della mitigazione del disagio, di proposte progettuali, di sostegno e miglioramento delle competenze e delle conoscenze dei soggetti che, a vario titolo, si occupano di famiglia. Fra le altre attivit`a, il Centro prevede di costruire anche un servizio di “informa-famiglia”, la cui realizzazione, che avviene collegando al Centro una serie di sportelli gi`a presenti o attivandoli laddove assenti, `e molto utile in quanto punto di raccolta per lo scambio bidirezionale di informazioni tra realt`a familiari venete e Centro di Documentazione. Tale diusione avviene anche attraverso la realizzazione di convegni e la pubblicazione di riviste volte sia agli operatori dei diversi servizi pubblici, sia alle famiglie della regione. Ci`o pu`o consentire di conoscere e capire, collegandoli tra loro, la maggior parte dei fenomeni e dei problemi sociali in maniera pi`u propria di quanto non accada prendendoli in considerazione singolarmente.
12-dic-2006
disagio famiglia veneto
Il rischio di disagio nelle famiglie venete / Poffe, Sara. - (2006 Dec 12).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Poffe.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Non specificato
Dimensione 1.67 MB
Formato Adobe PDF
1.67 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/3424993
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact