La traduzione è il campo dove si realizza un certo concetto di universalità? In che senso la traduzione è un’esperienza della negatività? Qual è la forma temporale propria dell’atto traduttivo? Queste sono le domande che il libro affronta cercando di indagare non solo cosa ci può dire la filosofia sulla traduzione, ma anche cosa la stessa traduzione ci dice della filosofia. Tenendo conto della notevole crescita dell’interesse per il tema della traduzione nel panorama contemporaneo, la presente ricerca prende le mosse dall’esigenza di un approccio prettamente filosofico nel tentativo di attraversare alcuni concetti classici della tradizione filosofica in un’ottica “traduttiva”.

Traduzione come concetto. Universalità, negatività, tempo

Hrnjez Sasa
2021

Abstract

La traduzione è il campo dove si realizza un certo concetto di universalità? In che senso la traduzione è un’esperienza della negatività? Qual è la forma temporale propria dell’atto traduttivo? Queste sono le domande che il libro affronta cercando di indagare non solo cosa ci può dire la filosofia sulla traduzione, ma anche cosa la stessa traduzione ci dice della filosofia. Tenendo conto della notevole crescita dell’interesse per il tema della traduzione nel panorama contemporaneo, la presente ricerca prende le mosse dall’esigenza di un approccio prettamente filosofico nel tentativo di attraversare alcuni concetti classici della tradizione filosofica in un’ottica “traduttiva”.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/3446252
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact