Questo contributo analizza l’iter per realizzare un sistema di gestione integrato (SGI) qualità-ambiente-sicurezza-responsabilità sociale, partendo dai singoli sistemi di gestione, descritti nei precedenti contributi. Condizione necessaria affinchè́ un’organizzazione possa implementare un SGI che li contempli tutti, è la predisposizione, che può essere effettuata anche in momenti successivi, di un sistema di gestione della qualità (SGQ), ambientale (SGA), della sicurezza (SGS) e della responsabilità sociale (SGRS). Nell’articolo saranno spiegati i presupposti teorici che stanno alla base del procedimento d’integrazione che porta all’implementazione del SGI. Verranno altresì indicate le motivazioni che possono portare un’organizzazione ad adottarlo, al fine di sfruttarne i vantaggi correlati. L’integrazione dei singoli sistemi di gestione, infatti, in accordo con Catto (1999), dovrebbe assicurare il «... miglioramento dei processi di un’organizzazione, per diffondere una vera e propria cultura della qualità, della sicurezza e dell’ambiente, utilizzando in modo strategico le normative e le prescrizioni per accrescere prestazioni e competitività, puntando alla soddisfazione del cliente, delle autorità e della comunità ...». Purtroppo, come sarà spiegato meglio in seguito, attualmente non esiste ancora uno standard internazionale che permetta di implementarlo. Per questo motivo, anticipando l’evoluzione futura, piu` parti stanno concentrando gli sforzi per produrre delle linee guida che siano applicabili, secondo le loro specificità , in settori diversi. Per quanto attiene a quello agroalimentare, nell’ambito del progetto «La progettazione integrata nell’industria agroalimentare», si stanno ponendo le basi per questo processo.

VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO

GUERCINI, STEFANO;BORDIN, ALESSANDRO;
2005

Abstract

Questo contributo analizza l’iter per realizzare un sistema di gestione integrato (SGI) qualità-ambiente-sicurezza-responsabilità sociale, partendo dai singoli sistemi di gestione, descritti nei precedenti contributi. Condizione necessaria affinchè́ un’organizzazione possa implementare un SGI che li contempli tutti, è la predisposizione, che può essere effettuata anche in momenti successivi, di un sistema di gestione della qualità (SGQ), ambientale (SGA), della sicurezza (SGS) e della responsabilità sociale (SGRS). Nell’articolo saranno spiegati i presupposti teorici che stanno alla base del procedimento d’integrazione che porta all’implementazione del SGI. Verranno altresì indicate le motivazioni che possono portare un’organizzazione ad adottarlo, al fine di sfruttarne i vantaggi correlati. L’integrazione dei singoli sistemi di gestione, infatti, in accordo con Catto (1999), dovrebbe assicurare il «... miglioramento dei processi di un’organizzazione, per diffondere una vera e propria cultura della qualità, della sicurezza e dell’ambiente, utilizzando in modo strategico le normative e le prescrizioni per accrescere prestazioni e competitività, puntando alla soddisfazione del cliente, delle autorità e della comunità ...». Purtroppo, come sarà spiegato meglio in seguito, attualmente non esiste ancora uno standard internazionale che permetta di implementarlo. Per questo motivo, anticipando l’evoluzione futura, piu` parti stanno concentrando gli sforzi per produrre delle linee guida che siano applicabili, secondo le loro specificità , in settori diversi. Per quanto attiene a quello agroalimentare, nell’ambito del progetto «La progettazione integrata nell’industria agroalimentare», si stanno ponendo le basi per questo processo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/1423433
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact