La modifica costituzionale che ha precisato i presupposti della potestà legislativa concorrente del Bund di cui all’art. 72, c. 2, GG, risale all’autunno del 1994, ma fino alla sentenza del Tribunale costituzionale federale del 24.10.2002 essa sembrava non aver sortito gli effetti desiderati in ordine alla sindacabilità di questo invasivo strumento di intervento federale. La nuova versione della disposizione ammette l’esercizio della competenza concorrente del legislatore centrale «se e nella misura in cui l’instaurazione di condizioni di vita equivalenti nel territorio federale o la garanzia dell’unità del diritto e dell’economia nell’interesse dello Stato nel suo complesso rendano necessaria una disciplina legislativa federale». La sentenza decide sull’impugnazione della legge federale sulle professioni di assistenza geriatrica (AltPflG) e afferma in linea di principio la centralità del ruolo dei Länder e la necessaria eccezionalità degli interventi del Bund al di fuori delle sue materie di competenza esclusiva. Lascia perplessi, però, l’esito della questione, che respinge tutte le censure di legittimità della legge, con un atteggiamento che ricorda molto quello della Corte costituzionale italiana in materia di sindacabilità dell’interesse nazionale.

L'art. 72, II comma, GG davanti al Bundesverfassungsgericht

BUOSO, ELENA
2003

Abstract

La modifica costituzionale che ha precisato i presupposti della potestà legislativa concorrente del Bund di cui all’art. 72, c. 2, GG, risale all’autunno del 1994, ma fino alla sentenza del Tribunale costituzionale federale del 24.10.2002 essa sembrava non aver sortito gli effetti desiderati in ordine alla sindacabilità di questo invasivo strumento di intervento federale. La nuova versione della disposizione ammette l’esercizio della competenza concorrente del legislatore centrale «se e nella misura in cui l’instaurazione di condizioni di vita equivalenti nel territorio federale o la garanzia dell’unità del diritto e dell’economia nell’interesse dello Stato nel suo complesso rendano necessaria una disciplina legislativa federale». La sentenza decide sull’impugnazione della legge federale sulle professioni di assistenza geriatrica (AltPflG) e afferma in linea di principio la centralità del ruolo dei Länder e la necessaria eccezionalità degli interventi del Bund al di fuori delle sue materie di competenza esclusiva. Lascia perplessi, però, l’esito della questione, che respinge tutte le censure di legittimità della legge, con un atteggiamento che ricorda molto quello della Corte costituzionale italiana in materia di sindacabilità dell’interesse nazionale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/155958
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact