Il principio di proporzionalità compare sempre più frequentemente richiamato nel diritto positivo e il suo sindacato, in Italia per lungo tempo compreso nell’eccesso di potere, sempre più spesso compare come criterio di giudizio a se stante, con caratteristiche peculiari e proprie, in parte mutuate dalla giurisprudenza straniera, soprattutto tedesca e comunitaria. La giurisprudenza amministrativa italiana sulla proporzionalità è sempre più abbondante ma non priva di profili problematici, come emerge con evidenza in relazione all’ampiezza del sindacato in materia di provvedimenti di tutela del patrimonio culturale: in particolare in ordine all’applicazione delle sanzioni; al regime di tutela cautelare sui beni culturali pubblici ex art. 12 Codice dei Beni culturali e del paesaggio; alla c.d. “gestione” del vincolo culturale. La proporzionalità viene applicata anche in relazione agli interessi pubblici con “valore assoluto”, quali la tutela dell’ambiente, del paesaggio e dei beni culturali. Un elemento particolarmente interessante di questo principio è la connessione con le misure alternative al provvedimento adottato (sulla scorta dell’istituto dell’Austauschmittel). L’articolo si interroga quindi sulla possibilità di configurare anche nell’ordinamento italiano un simile collegamento.

Alcuni recenti sviluppi del principio di proporzionalità  nella giurisprudenza amministrativa in materia di patrimonio culturale

BUOSO, ELENA
2011

Abstract

Il principio di proporzionalità compare sempre più frequentemente richiamato nel diritto positivo e il suo sindacato, in Italia per lungo tempo compreso nell’eccesso di potere, sempre più spesso compare come criterio di giudizio a se stante, con caratteristiche peculiari e proprie, in parte mutuate dalla giurisprudenza straniera, soprattutto tedesca e comunitaria. La giurisprudenza amministrativa italiana sulla proporzionalità è sempre più abbondante ma non priva di profili problematici, come emerge con evidenza in relazione all’ampiezza del sindacato in materia di provvedimenti di tutela del patrimonio culturale: in particolare in ordine all’applicazione delle sanzioni; al regime di tutela cautelare sui beni culturali pubblici ex art. 12 Codice dei Beni culturali e del paesaggio; alla c.d. “gestione” del vincolo culturale. La proporzionalità viene applicata anche in relazione agli interessi pubblici con “valore assoluto”, quali la tutela dell’ambiente, del paesaggio e dei beni culturali. Un elemento particolarmente interessante di questo principio è la connessione con le misure alternative al provvedimento adottato (sulla scorta dell’istituto dell’Austauschmittel). L’articolo si interroga quindi sulla possibilità di configurare anche nell’ordinamento italiano un simile collegamento.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/155960
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact