Per i cantari di Antonio Pucci. A margine di un'edizione dell'Apollonio di Tiro