L'opportunità di realizzare in maniera ben coordinata "corridoi comuni" per soddisfare le molteplici crescenti esigenze di scambi fra aree di grandi sistemi industrializzati è ben delineata ad esempio in [1] che riporta testualmente: COMMON CORRIDORS For both ecological and economic reasons future expansion of transmission systems especially near urban areas will have to consider sharing their rights-of-way with other land users. Independent use of land by single utilities can lead to inefficient use of natural resources. Development of new rights-of-way in future years will have to consider the location of suitable highway networks, gas lines, sewage systems, nearby utility transmission lines, telephone lines, underground transmission systems, and recreational areas. Such development will require a coordinated effort by the government and industry. A current study in Reference [2] outlines the approach that the electric utilities may follow to encourage full use of their transmission line corridors. Tali concetti espressi da un importante ente di ricerca degli Stati Uniti, che pur dispongono di ampie risorse di territorio, meritano di essere applicati anche in occasione dei vari progetti per la costruzione di gallerie ferroviarie (o stradali) paneuropee, che devono essere programmate e coordinate in maniera razionale, allo scopo di configurare, per quanto possibile, ciascuna galleria come "VETTORE MULTISERVIZIO". In particolare si ritiene doveroso segnalare in questa sede le possibilità offerte dai trafori alpini, previsti per il nuovo collegamento ferroviario Bolzano-Innsbruck, essendo essi compatibili con l'installazione di elettrodotti blindati, recentemente introdotti nel mercato dallo sviluppo di nuove affidabili tecnologie, che consentirebbero un notevole incremento degli scambi di energia elettrica Italia-Austria e conseguentemente anche con la Germania.

Installazione di elettrodotti blindati in trafori ferroviari

BENATO, ROBERTO;FELLIN, LORENZO;
2002

Abstract

L'opportunità di realizzare in maniera ben coordinata "corridoi comuni" per soddisfare le molteplici crescenti esigenze di scambi fra aree di grandi sistemi industrializzati è ben delineata ad esempio in [1] che riporta testualmente: COMMON CORRIDORS For both ecological and economic reasons future expansion of transmission systems especially near urban areas will have to consider sharing their rights-of-way with other land users. Independent use of land by single utilities can lead to inefficient use of natural resources. Development of new rights-of-way in future years will have to consider the location of suitable highway networks, gas lines, sewage systems, nearby utility transmission lines, telephone lines, underground transmission systems, and recreational areas. Such development will require a coordinated effort by the government and industry. A current study in Reference [2] outlines the approach that the electric utilities may follow to encourage full use of their transmission line corridors. Tali concetti espressi da un importante ente di ricerca degli Stati Uniti, che pur dispongono di ampie risorse di territorio, meritano di essere applicati anche in occasione dei vari progetti per la costruzione di gallerie ferroviarie (o stradali) paneuropee, che devono essere programmate e coordinate in maniera razionale, allo scopo di configurare, per quanto possibile, ciascuna galleria come "VETTORE MULTISERVIZIO". In particolare si ritiene doveroso segnalare in questa sede le possibilità offerte dai trafori alpini, previsti per il nuovo collegamento ferroviario Bolzano-Innsbruck, essendo essi compatibili con l'installazione di elettrodotti blindati, recentemente introdotti nel mercato dallo sviluppo di nuove affidabili tecnologie, che consentirebbero un notevole incremento degli scambi di energia elettrica Italia-Austria e conseguentemente anche con la Germania.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2429071
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact