La Formazione di Travenanzes (ex Formazione di Raibl Auctorum) è una successione mista silicoclastico/carbonatica di ambiente da continentale a marino-marginale e di clima arido che si depositò nel Sudalpino orientale durante il Carnico superiore (Tuvalico). La deposizione avvenne in un’area costiera a basso gradiente, alimentata da sedimenti provenienti da rilievi meridionali e aperta verso nord-nordest alla Tetide. L’ambiente deposizionale della Fm. di Travenanzes è stato ricostruito in Dolomiti ed inquadrato nell’ambito di un sistema di piana alluvionale – piana costiera inondabile - laguna a sedimentazione carbonatica. La porzione continentale del sistema deposizionale carnico è costituita da un sistema fluviale di tipo “terminal fan” caratteristico di clima arido con precipitazioni stagionali, dove l’intensa evaporazione ed infiltrazione porta alla diminuzione della portata e delle dimensioni dei canali fluviali verso mare, fino alla totale scomparsa della rete idrografica superficiale in corrispondenza di una piana fangosa costiera, prima della linea di costa. La piana costiera fangosa costituisce la zona di interazione tra sistema continentale e marino, essendo temporaneamente inondata durante le tempeste marine e le piene fluviali maggiori. Localmente il clima arido porta allo sviluppo di una “sabkha” costiera con precipitazione di anidrite nodulare e “chicken-wire”, e gesso laminato. La porzione marina del sistema deposizionale carnico è costituita da piane tidali e lagune poco profonde a sedimentazione carbonatica, caratterizzate da dolomie afanitiche, cristalline, laminate e marnose, organizzate frequentemente in cicli peritidali metrici del tutto simili a quelli della soprastante Dolomia Principale, e subordinate intercalazioni di peliti scure. Distinti modelli di facies possono essere applicati separatamente alla porzione continentale e marina del sistema, ma un modello deposizionale comprensivo dell’intero sistema non è ancora stato descritto in letteratura. Punto chiave per la sua elaborazione è la comprensione dei processi deposizionali che avvengono sulla piana costiera inondabile. In conclusione, la Formazione di Travenanzes è un esempio di sistema a sedimentazione mista di clima arido e di ambiente di transizione continentaleparalico- marino marginale, ed il suo confronto con casi analoghi, antichi e attuali, potrebbe essere utile alla costruzione di un modello deposizionale di validità generale e applicabile ad altri casi di studio nella storia della Terra.

A continental/siliciclastic to shallow-marine/carbonate system in the Upper Triassic of Dolomites (Travenanzes Formation, northern Italy)

BREDA, ANNA;PRETO, NEREO
2008

Abstract

La Formazione di Travenanzes (ex Formazione di Raibl Auctorum) è una successione mista silicoclastico/carbonatica di ambiente da continentale a marino-marginale e di clima arido che si depositò nel Sudalpino orientale durante il Carnico superiore (Tuvalico). La deposizione avvenne in un’area costiera a basso gradiente, alimentata da sedimenti provenienti da rilievi meridionali e aperta verso nord-nordest alla Tetide. L’ambiente deposizionale della Fm. di Travenanzes è stato ricostruito in Dolomiti ed inquadrato nell’ambito di un sistema di piana alluvionale – piana costiera inondabile - laguna a sedimentazione carbonatica. La porzione continentale del sistema deposizionale carnico è costituita da un sistema fluviale di tipo “terminal fan” caratteristico di clima arido con precipitazioni stagionali, dove l’intensa evaporazione ed infiltrazione porta alla diminuzione della portata e delle dimensioni dei canali fluviali verso mare, fino alla totale scomparsa della rete idrografica superficiale in corrispondenza di una piana fangosa costiera, prima della linea di costa. La piana costiera fangosa costituisce la zona di interazione tra sistema continentale e marino, essendo temporaneamente inondata durante le tempeste marine e le piene fluviali maggiori. Localmente il clima arido porta allo sviluppo di una “sabkha” costiera con precipitazione di anidrite nodulare e “chicken-wire”, e gesso laminato. La porzione marina del sistema deposizionale carnico è costituita da piane tidali e lagune poco profonde a sedimentazione carbonatica, caratterizzate da dolomie afanitiche, cristalline, laminate e marnose, organizzate frequentemente in cicli peritidali metrici del tutto simili a quelli della soprastante Dolomia Principale, e subordinate intercalazioni di peliti scure. Distinti modelli di facies possono essere applicati separatamente alla porzione continentale e marina del sistema, ma un modello deposizionale comprensivo dell’intero sistema non è ancora stato descritto in letteratura. Punto chiave per la sua elaborazione è la comprensione dei processi deposizionali che avvengono sulla piana costiera inondabile. In conclusione, la Formazione di Travenanzes è un esempio di sistema a sedimentazione mista di clima arido e di ambiente di transizione continentaleparalico- marino marginale, ed il suo confronto con casi analoghi, antichi e attuali, potrebbe essere utile alla costruzione di un modello deposizionale di validità generale e applicabile ad altri casi di studio nella storia della Terra.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/2447036
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 3
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact