In un contesto di sfruttamento eco-compatibile delle risorse ittiche, l'allevamento di pesci sterili suscita particolare interesse potendo garantire un più elevato accrescimento postpuberale ed un impatto genetico nullo sulle popolazioni selvatiche. Poichè il branzino è la specie marina maggiormente allevata nel bacino del Mediterraneo, nel presente lavoro è stata verificata, in periodo riproduttivo, la sterilità di branzini triploidi adulti sottoponendone alcuni anche ad una stimolazione ormonale inducente la riproduzione. La sterilità nei branzini triploidi si è rivelata di tipo gonadico nelle femmine e gametico nei maschi e stabile anche in animali di 4-7 anni. La stimolazione ormonale che, negli individui normali induce la riproduzione nei triploidi, non produce modificazioni funzionali delle gonadi.

Sterilità indotta nel branzino (Dicentrarchus labrax) per mezzo della triploidizzazione.

CARDELLINI, PIETRO;BERTOTTO, DANIELA;POLTRONIERI, CARLO;
2002

Abstract

In un contesto di sfruttamento eco-compatibile delle risorse ittiche, l'allevamento di pesci sterili suscita particolare interesse potendo garantire un più elevato accrescimento postpuberale ed un impatto genetico nullo sulle popolazioni selvatiche. Poichè il branzino è la specie marina maggiormente allevata nel bacino del Mediterraneo, nel presente lavoro è stata verificata, in periodo riproduttivo, la sterilità di branzini triploidi adulti sottoponendone alcuni anche ad una stimolazione ormonale inducente la riproduzione. La sterilità nei branzini triploidi si è rivelata di tipo gonadico nelle femmine e gametico nei maschi e stabile anche in animali di 4-7 anni. La stimolazione ormonale che, negli individui normali induce la riproduzione nei triploidi, non produce modificazioni funzionali delle gonadi.
2002
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/2459771
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact