Le normative attualmente in vigore in materia di campi elettromagnetici ambientali a radiofrequenza non forniscono indicazioni rigorose e dettagliate su come effettuare misurazioni accurate di intensità di campo ambientale. In particolare, non sono definite né le configurazioni di impiego della strumentazione di misura necessaria, né le modalità di elaborazione dei corrispondenti valori acquisiti. Nelle misure in banda stretta, tali problematiche sono ulteriormente aggravate dalla complessità di utilizzo di strumenti come l’analizzatore di spettro, il cui setup ottimale dipende solitamente dalle caratteristiche del segnale di ingresso. I segnali, a loro volta, presentano composizioni spettrali tipicamente piuttosto complesse ed eterogenee, composte da più contributi aventi caratteristiche di modulazione anche molto differenti tra loro. Tali aspetti rendono piuttosto difficile realizzare una misura in banda stretta accurata. In particolare, tecniche di analisi piuttosto diffuse nel settore, che prendono spunto dall’analisi spettrale di segnali ripetitivi (con spettri “a righe”), forniscono spesso stime di intensità di campo con incertezze troppo elevate per risultare accettabili per le esigenze previste dalle normative. Sulla base di queste considerazioni diviene importante individuare e proporre metodologie alternative per la misura in banda stretta, adatte per la valutazione accurata di intensità del campo ambientale e facilmente utilizzabili con la strumentazione attualmente disponibile nel settore. In questo contributo verranno ricordate alcune delle problematiche sopra accennate. Successivamente, verranno presentate due metodologie di misura in banda stretta particolarmente efficaci dal punto di vista della realizzabilità e dell’accuratezza.

Campo elettromagnetico ambientale a radiofrequenza. Tecniche per la valutazione accurata dell'intensità

BERTOCCO, MATTEO;NARDUZZI, CLAUDIO;SONA, ALESSANDRO
2003

Abstract

Le normative attualmente in vigore in materia di campi elettromagnetici ambientali a radiofrequenza non forniscono indicazioni rigorose e dettagliate su come effettuare misurazioni accurate di intensità di campo ambientale. In particolare, non sono definite né le configurazioni di impiego della strumentazione di misura necessaria, né le modalità di elaborazione dei corrispondenti valori acquisiti. Nelle misure in banda stretta, tali problematiche sono ulteriormente aggravate dalla complessità di utilizzo di strumenti come l’analizzatore di spettro, il cui setup ottimale dipende solitamente dalle caratteristiche del segnale di ingresso. I segnali, a loro volta, presentano composizioni spettrali tipicamente piuttosto complesse ed eterogenee, composte da più contributi aventi caratteristiche di modulazione anche molto differenti tra loro. Tali aspetti rendono piuttosto difficile realizzare una misura in banda stretta accurata. In particolare, tecniche di analisi piuttosto diffuse nel settore, che prendono spunto dall’analisi spettrale di segnali ripetitivi (con spettri “a righe”), forniscono spesso stime di intensità di campo con incertezze troppo elevate per risultare accettabili per le esigenze previste dalle normative. Sulla base di queste considerazioni diviene importante individuare e proporre metodologie alternative per la misura in banda stretta, adatte per la valutazione accurata di intensità del campo ambientale e facilmente utilizzabili con la strumentazione attualmente disponibile nel settore. In questo contributo verranno ricordate alcune delle problematiche sopra accennate. Successivamente, verranno presentate due metodologie di misura in banda stretta particolarmente efficaci dal punto di vista della realizzabilità e dell’accuratezza.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2467130
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact