Il c.d. arricchimento indiretto e la concessione del rimedio di cui all'art. 2041 c.c.