La colestasi intraepatica progressiva familiare o malattia di Byler si colloca tra le colestasi intraepatiche da difetto funzionale primitivo e riconosce una ereditarietà di tipo autosomico recessivo . È stata descritta per la prima volta da Clayton nel 1965 in 7 bambini Amish; attualmente esistono in letteratura a nostra conoscenza circa una quarantina di segnalazioni in soggetti di gruppi etnici diversi.

La colestasi intraepatica progressiva familiare: due casi.

MONCIOTTI, CARLAMARIA;CLEMENTI, MAURIZIO;
1986

Abstract

La colestasi intraepatica progressiva familiare o malattia di Byler si colloca tra le colestasi intraepatiche da difetto funzionale primitivo e riconosce una ereditarietà di tipo autosomico recessivo . È stata descritta per la prima volta da Clayton nel 1965 in 7 bambini Amish; attualmente esistono in letteratura a nostra conoscenza circa una quarantina di segnalazioni in soggetti di gruppi etnici diversi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/2500714
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact