L’ISTEROSCOPIA A CONTATTO NEL FOLLOW-UP DELLA MALATTIA TROFOBLASTICA