Learning objects: un nuovo supporto all'e-learning?