Questo lavoro è un primo status quaestionis sull’applicazione delle metodologie tratte dalle scienze naturali, come l’antropologia e biologia molecolare sul materiale scheletrico proveniente dai contesti funerari medievali in Italia. Queste diverse metodologie permettono di avere non solo dati relativi ad aspetti demografici (sesso, età alla morte, mortalità infantile), stato di salute e possibili attività svolte in vita, ma anche indicazioni relative alla mobilità degli individui, all’alimentazione nel passato e sulla sequenza genetica dei singoli individui. In Italia, a differenza degli altri paesi, solo negli ultimi anni si è iniziato ad applicare queste nuove discipline allo studio dei cimiteri.

Gli studi di bioarcheologia del materiale scheletrico medievale in Italia

MARINATO, MAURIZIO
2013

Abstract

Questo lavoro è un primo status quaestionis sull’applicazione delle metodologie tratte dalle scienze naturali, come l’antropologia e biologia molecolare sul materiale scheletrico proveniente dai contesti funerari medievali in Italia. Queste diverse metodologie permettono di avere non solo dati relativi ad aspetti demografici (sesso, età alla morte, mortalità infantile), stato di salute e possibili attività svolte in vita, ma anche indicazioni relative alla mobilità degli individui, all’alimentazione nel passato e sulla sequenza genetica dei singoli individui. In Italia, a differenza degli altri paesi, solo negli ultimi anni si è iniziato ad applicare queste nuove discipline allo studio dei cimiteri.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/2680265
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact