Dalla fissità dell’analisi urbanistica e territoriale, spesso rivolta alla creazione di un’immagine istantanea legata all'attimo in cui essa viene svolta, è necessario passare a visioni dinamiche ed interrelate tra di loro in termini di differenti punti di vista, così da poter rifuggire dalla tentazione di individuare nuove tematiche e categorie, riconoscendo piuttosto i rapporti dialettici che si instaurano tra le differenti componenti in gioco. È per questo motivo che territorio e logistica sono un binomio ancora tutto da inventare. Da inventare in termini di progettualità, di pianificazione, di valutazione, perché gli aspetti in gioco spaziano dalla dimensione territoriale (struttura insediativa territoriale, infrastrutturazione, mobilità e spostamenti, economia ecc.), alla dimensione urbana, fino al dettaglio della scala della tipologia architettonica, in cui variabili come dimensione e destinazione d’uso delle strutture che compongono il tessuto di incontro tra lo spazio e gli oggetti stessi che lo connotano, completano quelli che potrebbero essere definiti come i paesaggi della logistica (da intendersi non solamente in termini percettivi come da comune accezione, ma soprattutto come luoghi di performance e come frutto della sedimentazione dell’azione umana).

Territorio e logistica: un binomio ancora tutto da inventare

BOVE, ALESSANDRO;
2008

Abstract

Dalla fissità dell’analisi urbanistica e territoriale, spesso rivolta alla creazione di un’immagine istantanea legata all'attimo in cui essa viene svolta, è necessario passare a visioni dinamiche ed interrelate tra di loro in termini di differenti punti di vista, così da poter rifuggire dalla tentazione di individuare nuove tematiche e categorie, riconoscendo piuttosto i rapporti dialettici che si instaurano tra le differenti componenti in gioco. È per questo motivo che territorio e logistica sono un binomio ancora tutto da inventare. Da inventare in termini di progettualità, di pianificazione, di valutazione, perché gli aspetti in gioco spaziano dalla dimensione territoriale (struttura insediativa territoriale, infrastrutturazione, mobilità e spostamenti, economia ecc.), alla dimensione urbana, fino al dettaglio della scala della tipologia architettonica, in cui variabili come dimensione e destinazione d’uso delle strutture che compongono il tessuto di incontro tra lo spazio e gli oggetti stessi che lo connotano, completano quelli che potrebbero essere definiti come i paesaggi della logistica (da intendersi non solamente in termini percettivi come da comune accezione, ma soprattutto come luoghi di performance e come frutto della sedimentazione dell’azione umana).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/2830720
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact