La Descriptio civitatum et regionum ad septentrionalem plagam Danubii (il cosiddetto Geografo Bavaro) è una fonte geografica del IX secolo che contiene la lista dei popoli barbari residenti oltre l’Elba e il Danubio, con riferimento al numero di civitates (fortificazioni) che appartengono al singolo popolo. La fonte è stata particolarmente apprezzata dagli studiosi che si sono occupati delle prime fasi della storia degli Slavi. L’articolo si pone l’obiettivo di esaminare la fonte alla luce delle problematiche connesse alla percezione e alla rappresentazione dello spazio geografico in età carolingia. L’analisi della struttura della Descriptio e dei suoi contenuti viene inoltre condotta per individuare le possibili fonti, per approfondire il problema del contesto di produzione del testo e per chiarirne la funzionalità.

La Descriptio civitatum et regionum ad septentrionalem plagam Danubii. Lo spazio oltre il « limes » nel IX secolo

BETTI, MADDALENA
2013

Abstract

La Descriptio civitatum et regionum ad septentrionalem plagam Danubii (il cosiddetto Geografo Bavaro) è una fonte geografica del IX secolo che contiene la lista dei popoli barbari residenti oltre l’Elba e il Danubio, con riferimento al numero di civitates (fortificazioni) che appartengono al singolo popolo. La fonte è stata particolarmente apprezzata dagli studiosi che si sono occupati delle prime fasi della storia degli Slavi. L’articolo si pone l’obiettivo di esaminare la fonte alla luce delle problematiche connesse alla percezione e alla rappresentazione dello spazio geografico in età carolingia. L’analisi della struttura della Descriptio e dei suoi contenuti viene inoltre condotta per individuare le possibili fonti, per approfondire il problema del contesto di produzione del testo e per chiarirne la funzionalità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/3017302
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact