Il Programma P.I.P.P.I. nasce a fine 2010 da una collaborazione tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (MLPS), il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova (http://www.educazione.unipd.it/labrief), le 10 Città italiane che hanno aderito alla prima implementazione (e dentro esse i servizi sociali, le ASL, le scuole, le cooperative di privato sociale). Esso rappresenta dunque anche il tentativo di creare un raccordo tra istituzioni diverse (Comuni, Ministero e Università) che condividono la stessa mission di promozione del bene comune, tra professioni e discipline degli ambiti del servizio sociale, della psicologia e delle scienze dell’educazione, che solo unitamente possono fronteggiare la sfida di ridurre il numero dei bambini allontanati dalle famiglie. La versione attuale del Quaderno è finalizzata ad accompagnare le équipe, i coach, i referenti di Regione e di ambito nella quarta implementazione come una traccia che definisca gli aspetti irrinunciabili del programma e che crei uniformità fra i diversi modi di implementare il programma nei diversi Ambiti Territoriali, ma che allo stesso tempo consenta di liberare intuizioni e iniziative originali e innovative di ogni contesto. Questo quaderno ha due versioni: una per i soli professionisti delle EEMM e una, completa di un Taccuino, per i coach che avranno il compito di accompagnare l’implementazione negli AT.

Il Quaderno di P.I.P.P.I.. Teorie, Metodi e strumenti per l’implementazione del programma di intervento per prevenire l'istituzionalizzazione

MILANI, PAOLA;IUS, MARCO;SERBATI, SARA;ZANON, OMBRETTA;DI MASI, DIEGO;
2015

Abstract

Il Programma P.I.P.P.I. nasce a fine 2010 da una collaborazione tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (MLPS), il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova (http://www.educazione.unipd.it/labrief), le 10 Città italiane che hanno aderito alla prima implementazione (e dentro esse i servizi sociali, le ASL, le scuole, le cooperative di privato sociale). Esso rappresenta dunque anche il tentativo di creare un raccordo tra istituzioni diverse (Comuni, Ministero e Università) che condividono la stessa mission di promozione del bene comune, tra professioni e discipline degli ambiti del servizio sociale, della psicologia e delle scienze dell’educazione, che solo unitamente possono fronteggiare la sfida di ridurre il numero dei bambini allontanati dalle famiglie. La versione attuale del Quaderno è finalizzata ad accompagnare le équipe, i coach, i referenti di Regione e di ambito nella quarta implementazione come una traccia che definisca gli aspetti irrinunciabili del programma e che crei uniformità fra i diversi modi di implementare il programma nei diversi Ambiti Territoriali, ma che allo stesso tempo consenta di liberare intuizioni e iniziative originali e innovative di ogni contesto. Questo quaderno ha due versioni: una per i soli professionisti delle EEMM e una, completa di un Taccuino, per i coach che avranno il compito di accompagnare l’implementazione negli AT.
2015
9788897555414
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
IlQuadernodiPIPPI2015.pdf

accesso aperto

Tipologia: Published (publisher's version)
Licenza: Accesso gratuito
Dimensione 79.04 MB
Formato Adobe PDF
79.04 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/3157164
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact