“«Sto come mi pare». De-fenomenologia di Massimo Rosati