Le installazioni su larga scala di accumulo elettrochimico nel territorio nazionale [1-5], a cui questa rivista ha dato largo spazio [1-3], rappresentano degli utilissimi banchi di prova per verificarne l'efficacia e i rendimenti sia negli utilizzi per cariche/scariche di lunga durata (Energy intensive) sia in quelli di durate brevi (Power intensive). Le installazioni Energy intensive realizzate da Terna Storage ammontano a 34,8 MW [1]. Si è più volte sottolineato [1, 2] come le problematiche di sicurezza giochino un ruolo chiave per l'ottenimento "rapido" delle autorizzazioni e per l'accettabilità sociale di siffatte tecnologie. Conseguentemente, FIAMM SONICK ha sottoposto la propria tecnologia a test molto severi per validarne la sicurezza sia in caso di esercizio normale sia in caso dei più disparati eventi incidentali. Per quanto riguarda il funzionamento di questa cella si rimanda alla bibliografia [2, 4] e soprattutto alla memoria pubblicata in questa stessa rivista [2]. Di seguito vengono quindi descritti i test effettuati sia sulle celle sia sui vari modelli di moduli sia sull'unità (assemblato di moduli). Si noti che, data l'applicazione prevalente di siffatta tecnologia all'ambito automobilistico, le caratteristiche di tenuta agli urti, l'assenza di innesco d'incendio endogeno e la tenuta a quello esogeno sono caratteristiche precipue e ineludibili (corroborate dai vari test di cui si darà un resoconto). Nelle applicazioni stazionarie, le caratteristiche suddette danno ampie garanzie nell'analisi del rischio che le magnitudo per i vari scenari incidentali (inondazioni, incendio esogeno e endogeno, urti e cadute dei moduli) siano estremamente contenute. Nel prosieguo verranno dati alcuni dettagli su alcuni test effettuati.

Test di sicurezza su batterie sodio-cloruro di nichel per l’accumulo elettrochimico stazionario

BENATO, ROBERTO;DAMBONE SESSA, SEBASTIAN;
2015

Abstract

Le installazioni su larga scala di accumulo elettrochimico nel territorio nazionale [1-5], a cui questa rivista ha dato largo spazio [1-3], rappresentano degli utilissimi banchi di prova per verificarne l'efficacia e i rendimenti sia negli utilizzi per cariche/scariche di lunga durata (Energy intensive) sia in quelli di durate brevi (Power intensive). Le installazioni Energy intensive realizzate da Terna Storage ammontano a 34,8 MW [1]. Si è più volte sottolineato [1, 2] come le problematiche di sicurezza giochino un ruolo chiave per l'ottenimento "rapido" delle autorizzazioni e per l'accettabilità sociale di siffatte tecnologie. Conseguentemente, FIAMM SONICK ha sottoposto la propria tecnologia a test molto severi per validarne la sicurezza sia in caso di esercizio normale sia in caso dei più disparati eventi incidentali. Per quanto riguarda il funzionamento di questa cella si rimanda alla bibliografia [2, 4] e soprattutto alla memoria pubblicata in questa stessa rivista [2]. Di seguito vengono quindi descritti i test effettuati sia sulle celle sia sui vari modelli di moduli sia sull'unità (assemblato di moduli). Si noti che, data l'applicazione prevalente di siffatta tecnologia all'ambito automobilistico, le caratteristiche di tenuta agli urti, l'assenza di innesco d'incendio endogeno e la tenuta a quello esogeno sono caratteristiche precipue e ineludibili (corroborate dai vari test di cui si darà un resoconto). Nelle applicazioni stazionarie, le caratteristiche suddette danno ampie garanzie nell'analisi del rischio che le magnitudo per i vari scenari incidentali (inondazioni, incendio esogeno e endogeno, urti e cadute dei moduli) siano estremamente contenute. Nel prosieguo verranno dati alcuni dettagli su alcuni test effettuati.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/3163884
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact