Il problema della clausola generale di buona fede nell'equilibrio tra formanti