Questo lavoro si prefigge di fornire un’analisi quantitativa sui fattori che stimolano l’export delle province italiane. Tra questi, particolare enfasi viene posta sulla classe creativa locale, così come concepita da Richard Florida. Utilizzando diverse fonti di dati, le stime mostrano che la classe creativa non esercita un impatto diretto sull’intensità delle esportazioni di una provincia. Tale effetto, invece, si materializza quando la dotazione di lavoratori creativi è interagita con la capacità innovativa della provincia e, ancor più, con il relativo grado di specializzazione manifatturiera. Occupazione creativa e industriale, dunque, risultano essere input complementari nell’equazione di export.

La formula dell'export per le province italiane: classe creativa + specializzazione manifatturiera

Roberto Antonietti
;
SOGGIA, GILDA
2015

Abstract

Questo lavoro si prefigge di fornire un’analisi quantitativa sui fattori che stimolano l’export delle province italiane. Tra questi, particolare enfasi viene posta sulla classe creativa locale, così come concepita da Richard Florida. Utilizzando diverse fonti di dati, le stime mostrano che la classe creativa non esercita un impatto diretto sull’intensità delle esportazioni di una provincia. Tale effetto, invece, si materializza quando la dotazione di lavoratori creativi è interagita con la capacità innovativa della provincia e, ancor più, con il relativo grado di specializzazione manifatturiera. Occupazione creativa e industriale, dunque, risultano essere input complementari nell’equazione di export.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11577/3269698
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact