Cinema e scuola: il difficile connubio fra fruizione in spazi statici e spettatori (e media) mobili