Il contributo analizza le norme che attuano la componente del PNRR dedicata alla tutela del suolo e della risorsa idrica, soffermandosi in particolare sulle disposizioni che hanno introdotto misure di semplificazione e accelerazione per il contrasto del dissesto idrogeologico. Il testo si concentra in particolare sull’art. 36-ter d.l. n. 77 del 2021 approfondendone le diverse parti: il riordino delle norme in materia di Commissari di Governo per il contrasto del dissesto idrogeologico e le misure acceleratorie dei procedimenti; il monitoraggio degli interventi di competenza dei Commissari di Governo per il contrasto del dissesto idrogeologico; le misure di accelerazione in materia di espropriazione delle aree per gli interventi di eliminazione o mitigazione del rischio da dissesto idrogeologico e infine la razionalizzazione dei sistemi informativi. L’analisi consente di evidenziare come, accanto ad alcune indubbie novità, molte soluzioni e strumenti introdotti si pongano in continuità con lo sviluppo di strumenti e strategie già presenti da tempo nell’ordinamento italiano, che hanno ora l’occasione di ottenere una spinta decisiva grazie alle risorse rese disponibili e forse anche a un senso di fattiva perentorietà dell’urgenza che deriva dai vincoli cui è soggetto il PNRR *** The paper analyses the implementation of the part of the National Recovery And Resilience Plan dedicated to the protection of soil and water resources, focusing in particular on the provisions that introduced simplification and acceleration measures to combat hydrogeological instability. The text focuses in particular on Article 36-ter of Law Decree no. 77 of 2021, examining its various parts in depth: the reorganisation of the rules on Government Commissioners for combating hydrogeological instability and the acceleration of procedures; the monitoring of measures falling within the competence of the Government Commissioners for combating hydrogeological instability; the acceleration measures on the expropriation of areas for measures to eliminate or mitigate the risk of hydrogeological instability; and finally the rationalisation of information systems. The analysis shows how, alongside some undoubted innovations, many of the solutions and instruments introduced are in continuity with the development of instruments and strategies already present in the Italian legal system, which now have the opportunity to obtain a decisive boost thanks to the resources made available and perhaps also to a sense of effective urgency, deriving from the constraints to which the NRRP is subject.

Le misure di semplificazione e accelerazione per il contrasto del dissesto idrogeologico nelle norme attuative del PNRR

Elena Buoso
2021

Abstract

Il contributo analizza le norme che attuano la componente del PNRR dedicata alla tutela del suolo e della risorsa idrica, soffermandosi in particolare sulle disposizioni che hanno introdotto misure di semplificazione e accelerazione per il contrasto del dissesto idrogeologico. Il testo si concentra in particolare sull’art. 36-ter d.l. n. 77 del 2021 approfondendone le diverse parti: il riordino delle norme in materia di Commissari di Governo per il contrasto del dissesto idrogeologico e le misure acceleratorie dei procedimenti; il monitoraggio degli interventi di competenza dei Commissari di Governo per il contrasto del dissesto idrogeologico; le misure di accelerazione in materia di espropriazione delle aree per gli interventi di eliminazione o mitigazione del rischio da dissesto idrogeologico e infine la razionalizzazione dei sistemi informativi. L’analisi consente di evidenziare come, accanto ad alcune indubbie novità, molte soluzioni e strumenti introdotti si pongano in continuità con lo sviluppo di strumenti e strategie già presenti da tempo nell’ordinamento italiano, che hanno ora l’occasione di ottenere una spinta decisiva grazie alle risorse rese disponibili e forse anche a un senso di fattiva perentorietà dell’urgenza che deriva dai vincoli cui è soggetto il PNRR *** The paper analyses the implementation of the part of the National Recovery And Resilience Plan dedicated to the protection of soil and water resources, focusing in particular on the provisions that introduced simplification and acceleration measures to combat hydrogeological instability. The text focuses in particular on Article 36-ter of Law Decree no. 77 of 2021, examining its various parts in depth: the reorganisation of the rules on Government Commissioners for combating hydrogeological instability and the acceleration of procedures; the monitoring of measures falling within the competence of the Government Commissioners for combating hydrogeological instability; the acceleration measures on the expropriation of areas for measures to eliminate or mitigate the risk of hydrogeological instability; and finally the rationalisation of information systems. The analysis shows how, alongside some undoubted innovations, many of the solutions and instruments introduced are in continuity with the development of instruments and strategies already present in the Italian legal system, which now have the opportunity to obtain a decisive boost thanks to the resources made available and perhaps also to a sense of effective urgency, deriving from the constraints to which the NRRP is subject.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11577/3442520
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact